Archivio Tag 'milano'

02 Feb 2006

Virus Kamasutra colpisce Milano In tilt i pc del comune

Filed under Senza categoria


Era atteso per mezzanotte, ma ha già anticipato il suo arrivo. Da due giorni il temibile virus “black mail”, più noto come “Kamasutra”, ha già infettato i 10.000 pc del comune di Milano, collegati a 150 server.

“Kamasutra” è programmato per cancellare tutti i dati contenuti nelle macchine allo scoccare del giorno 3 di ogni mese. Da qui la decisione dei tecnici di Palazzo Marino: pc tassativamente spenti da questa sera e per tutto domani. Soltanto superata la giornata di domani si potrà procedere alla sua eliminazione.

“Lunedì prossimo, quindi, tutti gli impiegati di Palazzo Marino potranno riaccendere tranquillamente il proprio pc senza problemi”, rassicura l’assessore all’ Anagrafe e ai Servizi Civici Giancarlo Martella, e rassicura che gli sportelli comunali saranno regolarmente in funzione.

Ma attenzione: il virus mette a rischio oltre 500.000 pc di tutto il mondo. Viaggia per e-mail sotto forma di un messaggio pornografico e prende di mira sistemi diffusissimi quali ‘Microsoft’, ‘Adobe’ e ‘Zip’; una volta entrato in una casella di posta elettronica, si moltiplica auto-inviandosi a tutti gli indirizzi elencati.

Secondo gli esperti di informatica è possibile che il virus si sià infiltrato in centinaia di migliaia di computer: l’aspetto più preoccupante è che nella maggior parte dei casi gli utenti si renderanno conto della minaccia quando sarà troppo tardi.

Il modo migliore per riconoscere il virus, chiamato anche Grew.A o MyWife, è tenere presente che i messaggi nei quali si nasconde hanno allegati contrassegnati da messaggi come “Hot Mail”, “Give Me a Kiss” oppure “Miss Lebanon 2006″, tutti allusivi a possibili immagini o testi erotici in realtà inesistenti.

Ne esistono anche varianti in cui, per attirare l’attenzione delle potenziali vittime e convincerle ad aprire l’e-mail, si promettono istruzioni per nuove posizioni sessuali, proprio come l’antichissimo trattato indiano di arte erotica dal quale il virus prende il nome.

Commenti disabilitati

03 Dic 2005

Milano in ginocchio per la neve

Filed under Senza categoria


Milano in ginocchio per la neve:
botta e risposta tra il vicesindaco De Corato e gli ambientalisti

Il vicesindaco Riccardo De Corato:
«Cadono gli alberi sotto la neve? Ringraziate ambientalisti e media. Pantano sui marciapiedi? La pulizia compete alle portinerie, lo stabilisce un’ordinanza. Per Assoedilizia è incostituzionale e contro il codice della strada? Che la impugnino»

Il consigliere ambientalista Basilio Rizzo:
«Non siamo mai stati così potenti da poter impedire il taglio di alberi, quando l’amministrazione ha voluto farlo, per realizzare parcheggi per esempio, lo ha fatto senza problemi. E poi non si tratta soltanto di tagliare ma di potare le piante. Quanto ai marciapiedi, quelli antistanti le case dell’Aler sono sommersi dalla neve: chi ci vive, per lo più anziani, è agli arresti domiciliari»
Ko per 10 cm di neve ,mi viene in mente New Orleans
gli amministratori della città litigano sulle responsabilità
povera milano, sei ridotta proprio male
Tutto in una notte. Annunciata, attesa, prevista da giorni, le è bastato una manciata di ore per espugnare Milano e il suo cuore e dare scacco all’intera città. Che si è addormentata sotto un innocuo nevischio misto a pioggia e si è risvegliata letteralmente paralizzata. Impossibile muoversi in tram: i rami degli alberi caduti sui binari e sulle linee elettriche (oltre che sulle auto in sosta) hanno bloccato le carrozze nei depositi. Arduo camminare: i pedoni sono costretti a gimcane impossibili per aprirsi dei varchi sui marciapiedi seppelliti di bianco e si devono impegnare parecchio per non scivolare ed evitare l’acqua copiosa delle pozzanghere che disegnano il confine con la strada soprattutto agli incroci. Quanto alle auto, occorre non avere fretta e dotarsi di molta pazienza: le code permettono di avanzare a passo d’uomo nella migliore delle ipotesi.

Cari milanesi dormite sonni tranquilli,siete in buone mani

Commenti disabilitati

26 Nov 2005

la neve a Milano

Filed under Senza categoria


milano silenziosa e bianca,bellissimo spettacolo e inevitabilmemte la memoria fa un salto indietro,con lo scorrere dei fotogrammi in bianco e nero dei ricordi, si stringe un pò la gola, sono tornato bambino,o forse è tornato il babino che ero,la neve mi emoziona sempre,
ciao buon fine settimana a tutti

Commenti disabilitati

14 Nov 2005

L?entusiasmo dei cinesi e le gelide commesse di Milano

Filed under Senza categoria


Tutte le persone che tornano dalla Cina sono letteralmente sbalordite dallo sforzo tanto individuale che collettivo che i cinesi stanno facendo in tutti i campi. Lavorano in modo indefesso. Come individui si sforzano di migliorare la propria condizione o di arricchirsi ma, nello stesso tempo, sono consapevoli di fare della Cina la più grande potenza del mondo. L’incontro fra la volontà individuale e la meta collettiva è la più potente forza di trasformazione e di sviluppo della storia, il segno inconfondibile del successo.
L’avevano gli italiani del Quattrocento, gli inglesi quando fondavano il loro impero, gli americani. Ed è questa sinergia che ha perso l’Europa. Una sorta di stanchezza, di abulia che si esprime nella caduta dei grandi investimenti, ma anche della creatività scientifica e artistica, della voglia di studiare e lavorare. Persino dell’onestà intellettuale.
Per favore, non autoinganniamoci dicendo che è colpa di qualche politico di destra o di sinistra. Abbiamo il coraggio di ammettere che i Paesi attraversano cicli di espansione e creatività a cui seguono periodi di inerzia e pigrizia. Come nel caso degli imprenditori in cui il fondatore della dinastia lavora come un pazzo, crea una fortuna, poi suo figlio, cresciuto nel lusso, non ha voglia di continuarne l’attività. Così è avvenuto in Italia. Quando è uscita affamata dalla guerra, la gente si è messa a lavorare, a studiare, a inventare. Raggiunto il benessere non vuol più fare fatica, nemmeno pensare.
La moda a Milano va bene, ma qualche segno di stanchezza la vedi in alcuni lussuosi e spettrali negozi dove commesse gelide ti propongono prodotti di qualità discutibile a prezzi altissimi. Altri hanno cercato di resistere alla concorrenza cinese facendo prodotti di qualità scadente e sono stati disastrosamente sconfitti. La possibilità di ripresa dipende solo dalle minoranze che fanno ciò che gli altri non sanno o non possono fare. Gente di questo genere la trovi ancora, soprattutto nei piccoli centri. Accanto a Milano ho visto una stupenda boutique dove un gruppo di donne fa prodotti meravigliosi venduti dovunque, e a prezzi competitivi.
Ho visto anche medi e piccoli imprenditori cimentarsi in tecnologia di avanguardia, altri li trovi in Cina, in India, infaticabili, attenti, creativi. Ho visto ricostruire un grande centro di ricerca farmacologica. Ho visto giovani che conoscono tutte le lingue orientali. Sono questi i germi del futuro.

Commenti disabilitati

17 Set 2005

Ci sono periodi in cui Milano sembra Manhattan

Filed under Senza categoria


Ci sono periodi in cui Milano sembra Manhattan.
Giorni in cui, dopo un periodo di tranquillità, la città si risveglia dando l’impressione di essere una vera capitale multietnica del mondo.
Sono i giorni come questi di settembre, al rientro dalle vacanze, quelli in cui la città ritorna a vivere: i negozi si riempiono di clienti in cerca delle collezioni autunnali, gli uffici riaprono e le strade tornano a popolarsi di gente, stili e facce di tutti i tipi.
Di colpo, dopo la quiete estiva, si viene travolti da un palpitante spirito cosmopolita, riflesso immediato della città che riparte.
E forse, per contrasto con il silenzio di agosto, l’effetto viene amplificato

Commenti disabilitati

24 Giu 2005

MILANO – È stato catturato dalla Polizia a Milano uno dei tre stupratori

Filed under Senza categoria


È stato catturato dalla Polizia a Milano uno dei tre stupratori del branco che ha aggredito una coppia, abusato di una studentessa diciannovenne e malmenato il ragazzo riducendolo al silenzio sotto la minaccia di un coltello. L’episodio era avvenuto nella notte tra venerdì e sabato a Pero, alle porte della città. L’arrestato è un immigrato romeno, Mur Raduliviu di 20 anni, abita nel campo nomadi di via Capo Rizzuto ed è irregolare. E’ stato riconosciuto dalle vittime dell’aggressione che avevano peraltro già dato indicazioni positive agli investigatori, quando era stata loro mostrata una foto del romeno, che era rinchiuso a San Vittore per il tentato furto di un’auto in sosta.

1 commento

24 Giu 2005

INTERNET: GDF MILANO, NON RISPONDETE A E-MAIL SU PIN BANCARI

Filed under Senza categoria

MILANO – Banche e guardia di Finanza alleate contro le truffe via Internet: la polizia tributaria di Milano ha aperto un’indagine dopo che alcuni clienti di istituti di credito hanno riferito di aver ricevuto delle ‘mail’ con richiesta di indicare codice cliente e codice segreto.

Informazioni che consentono agli ideatori della truffa di disporre bonifici a carico del correntista: finora sono stati scoperti in Italia ordini di pagamento illecitamente disposti per 800mila Euro. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Francesco Cajani.

In un comunicato emesso dalla guardia di Finanza, si mette in guardia dal fornire ‘username’ e ‘password’ (”in caso di dubbio contattare la propria banca”), e si invita a bloccare immediatamente il conto corrente on-line nel caso in cui il correntista abbia in buona fede resi noti i propri dati. ”Si tratta – spiega la nota della Guardia di Finanza – di una innovativa tecnica fraudolenta (cosiddetto ‘phishing’) gia’ nota all’estero e per la prima volta realizzata in Italia”. I testi delle mail potrebbero indurre a pensare che gli autori non siano italiani. Le indagini sono state infatti predisposte sia in ambito nazionale che oltre confine.

La frode si concretizza con l’invio casuale e massiccio di messaggi di posta elettronica simulando la provenienza da primari istituti di credito italiani, chiedendo l’immissione dei dati identificativi del titolare del conto corrente attraverso un link presente nelle e-mail che rimanda a un sito che riproduce esattamente le caratteristiche grafiche dell’ originale, sfruttando i dati per ordinare bonifici bancari in uscita dai conti correnti e posti all’incasso dai complici.

Il sistema, spiega la polizia tributaria, conta sulla possibilita’ statistica di incrociare, tra coloro che ricevono le comunicazioni, un certo numero di persone titolari di conti correnti on-line di banche da cui viene simulato l’invito. Banche che naturalmente sono all’oscuro di tutto e si limitano ad eseguire l’ordine ricevuto.

Questi i testi di alcune comunicazioni (compresi gli errori di testo) arrivate agli utenti: ”Siamo spiacenti di annunciare che negli ultimi giorni hackers hanno trasmesso fraudolenti e-mail chiedono le parole di accesso dei nostri clienti. D’ora in poi una nuova misura di sicurezza sara’ attivata. Tutti i clienti sono sospesi. Per riattivare il vostro cliente dovete seguire il collegamento e fornirci nuove informazioni di sicurezza per verifica soltanto”. Oppure: ”Caro cliente, Banca … vi rimborsa per la vostra fedelta con 100 Euro. Prima di usare questo importo, dovete seguire il collegamento e usare il vostro Codice cliente e Codice segreto. Un operatore si mettera in contacto con voi per confermare l’importo”.

1 commento

22 Giu 2005

Beatles a Milano: un concerto nella leggenda

Filed under Senza categoria


E accade così che un evento resti unico davvero. Irripetibile e storico, magari senza che i testimoni ne siano coscienti. Perché specie quando si è giovanissimi le cose sembrano avere sempre un futuro. Invece quarant?anni fa i Beatles arrivarono in Italia, dove tennero tre concerti a Milano, Genova e Roma. Era la prima dei Fab Four in Italia e fu anche l?ultima. Nessuno poteva immaginare, nel 1965, in piena beatlesmania, che di lì a cinque anni quella magia si sarebbe spezzata, che non ci sarebbe stata un?altra volta.

Quarant’anni fa i Fab four per la prima e unica volta in Italia

1 commento

    Clock

    Get Adobe Flash player
  • grifondoro

    Nome: babylon

    E-mail:

  • visitors

  • Contatore

    1616304 visitatori

  • PIETRO DONATO

  • joe malfarà

  • CANALE VIDEO

  • notizie

  • cerca

  • saggi

    "Le belle parole dei saggi e dei poeti di tutto il mondo mi aiutano spesso a dire quello che non so esprimere

  • aprite gli occhi

    "Chiudendo i vostri occhi chiudete anche la vostra mente.
    Non vi chiedo di credere ma almeno di aprire gli occhi."

    "If you close your eyes you close your mind.
    I don't say you to bealive but i hope you will open your eyes"