Archivio Tag 'Internet'

03 Feb 2006

Cuba, giornalista in sciopero della fame "Abbiamo il diritto di usare Internet"

Filed under Senza categoria

L’AVANA – Guillermo Farinas, direttore dell’agenzia di stampa indipendente Cubanacan press, si sta lasciando morire di fame per protesta contro il divieto, in vigore per lui ed i suoi giornalisti, di usare Internet, strumento indispensabile per l’esercizio del proprio lavoro. Lo dice Reporter sans frontieres, che riporta anche sul sito una dichiarazione di Farinas: “Se devo essere un martire dell’accesso all’informazione, lo sarò”.

Il giornalista osserva inoltre che le autorità cubane usano l’embargo americano come pretesto per giustificare “una politica liberticida”. L’agenzia Cubanan press è impegnata soprattutto nella denuncia della violazione dei diritti dell’uomo a Cuba e nella diffusione delle opinioni che non trovano spazio sulla stampa ufficiale.

Farinas, 43 anni, ha iniziato la sua protesta il 31 gennaio e ha scritto in una lettera a Fidel Castro che andrà avanti fino a quando non sarà possibile ai giornalisti accedere a Internet.

“Voglio che tutti i cittadini di Cuba – ha detto Farinas a Rsf – abbiano il diritto a una connessione Internet, ma anche per la stampa indipendente che deve poter fornire le informazioni sulle attività del governo”.

Fino allo scorso 23 gennaio i giornalisti della Cubanacan Press potevano inviare le notizie da un Internet point pubblico nella città di Santa Clara, poi è stato loro impedito. L’agenzia si occupa soprattutto di notizie sulle violazioni dei diritti umani a Cuba e di argomenti e opinioni che non trovano spazio nei media ufficiali.

Secondo Rsf Cuba è uno dei 15 paesi ostili a Internet e uno dei più rep’ressivi al mondo riguardo la libertà di espressione online. L’accesso alla Rete è un privilegio per pochi e per averlo occorre l’autorizzazione del Partito e anche una volta ottenuto, si ha comunque un accesso fotemente censurato.

Guillermo Farinas

Commenti disabilitati

14 Ott 2005

Ultima trincea Internet

Filed under Senza categoria


I militari Usa al fronte iracheno scrivono diari in Rete sulla loro vita quotidiana. Pagine amare e molto diverse dalle verità ufficiali. Il Pentagono si infuria. E impone la censura
Dal 2 agosto scorso sul blog del soldato Leonard Clark è rimasta solo una finestra bianca con la scritta ‘sito chiuso’. Inaccessibile l’archivio, azzerati i commenti. Il soldato Leonard, impegnato sul fronte iracheno, è stato censurato, degradato e multato “per aver rivelato notizie riservate”. E’ l’ultimo atto di una guerra nella guerra: quella tra i militari americani in Iraq che raccontano nei blog la loro vita quotidiana e i vertici dell’esercito Usa, inquietati da un fenomeno in rapida crescita. Solo dall’Iraq i ‘milblog’ (abbreviazione di blog militari) sono almeno un centinaio. Poi ci sono i soldati in licenza, quelli congedati, fino a quelli che si trovano nelle seconde o terze linee o in altre basi Usa in giro per il pianeta. E così via.
Fino a pochi mesi fa il Pentagono si mostrava abbastanza tollerante o forse solo disinteressato. Ma ultimamente ha cambiato politica. E ha imposto a tutti i blogger militari in Iraq di registrarsi alla loro unità: i comandanti sono incaricati di fare controlli ogni tre mesi per assicurarsi che i milblogger non stiano “violando le norme operative della sicurezza o la privacy”, come recita l’ordine ufficiale. A Washington è stata anche creata una ‘cellula di valutazione’ per far applicare le nuove regole. Sono seguiti i primi oscuramenti di siti, come quello del soldato Clark, che descrivevano troppo nei dettagli la vita al fronte.

1 commento

23 Set 2005

AUTUNNO

Filed under Internet



Autunno di rami spezzati,
staccati da scuri taglienti,
rimasti a guardare in silenzio
l’immagine della natura.

Autunno di stelle mancate,
di lune rubate alle notti,
soffuse da grandi silenzi,
che abbracciano tutta la terra.

Autunno di rocce sospese,
spazzate da spruzzi di onde,
alzate a sorprendere il cielo,
confuso da un limite infranto.

Autunno di scrosci di pioggia,
caduti da nuvole scure,
corrose da scoppi di lampi,
che piombano sopra la spiaggia.

Autunno di gocce di luce,
velate attraverso la nebbia,
filtrate da spicchi di cielo,
che aspettano l’arcobaleno.

Autunno di campi distesi
sui fianchi ondulati di colli,
orlati da tralci maturi
e ulivi vestiti d’argento.

Autunno di foglie cadute,
volate da alberi stanchi,
di tronchi sospesi nell’aria,
di fiori dispersi nel vento.

Autunno di passi affrettati
su piazze affollate di gente,
di nastri di macchine ansiose
di correre senza una sosta.

Autunno di luci soffuse,
accese dai primi lampioni,
di fumo di strade nascoste,
che sale dagli angoli bui.

Autunno di raggi rapiti
al sole che ha perso l’estate
dal freddo che inventa l’inverno
e spegne i colori sul mondo.

Autunno di suoni e rumori,
di fuochi, di luci e di amori
vissuti anche senza ragione,
perduti alle spalle nel tempo.

Autunno di malinconie,
di foto ingiallite nei sogni,
di scelte sfuggite alla mente,
lasciate soltanto ai ricordi.

2 commenti

08 Set 2005

L’ultima follia di internet il Flying Spaghetti Monster

Filed under Senza categoria


L’ultima follia della rete si chiama Flying Spaghetti Monster. E’ una religione con tanto di adepti che si fanno chiamare Pastafariani. Il fenomeno si basa su una improbabile ipotesi alternativa all’evoluzionismo darwiniano, secondo cui la complessità dell’universo è tale da rivelare la presenza della mano di un creatore, il Mostro Volante di Spaghetti appunto.

A idearla è stato Bobby Henderson, un “cittadino preoccupato” per le sorti dell’insegnamento della teoria darwiniana che nei corsi di scienze è sempre più insidiata da una rivalutazione delle teorie creazioniste. Tutto è cominciato a giugno quando Henderson, 25 anni, laureato in fisica, ha lanciato la sua provocazione in risposta alla decisione del consiglio per l’istruzione del Kansas di assegnare lo stesso tempo alla spiegazione della creazione e all’evoluzione mediante la selezione naturale nei corsi di biologia. Nella lettera aperta, pubblicata sul suo sito venganza.org chiede che anche al Pastafarismo venga dedicato lo stesso tempo dato alla spiegazione della creazione di religioni più tradizionali.

E’ bastato poco e Flying Spaghetti Monster, che comprende anche la teoria secondo la quale l’aumento della temperatura globale del pianeta è causato dalla diminuzione dei pirati, è diventato un fenomeno su internet. Grazie alla fenomenale cassa di risonanza dei blog, nelle ultime due settimane il “caso” del Mostro Volante Fatto di Spaghetti è esploso: digitando “Flying Spaghetti Monster” sul motore di ricerca risultano 739mila voci che si moltiplicano a vista d’occhio, e sono già oltre 130 le pagine in italiano.

Commenti disabilitati

24 Giu 2005

INTERNET: GDF MILANO, NON RISPONDETE A E-MAIL SU PIN BANCARI

Filed under Senza categoria

MILANO – Banche e guardia di Finanza alleate contro le truffe via Internet: la polizia tributaria di Milano ha aperto un’indagine dopo che alcuni clienti di istituti di credito hanno riferito di aver ricevuto delle ‘mail’ con richiesta di indicare codice cliente e codice segreto.

Informazioni che consentono agli ideatori della truffa di disporre bonifici a carico del correntista: finora sono stati scoperti in Italia ordini di pagamento illecitamente disposti per 800mila Euro. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Francesco Cajani.

In un comunicato emesso dalla guardia di Finanza, si mette in guardia dal fornire ‘username’ e ‘password’ (”in caso di dubbio contattare la propria banca”), e si invita a bloccare immediatamente il conto corrente on-line nel caso in cui il correntista abbia in buona fede resi noti i propri dati. ”Si tratta – spiega la nota della Guardia di Finanza – di una innovativa tecnica fraudolenta (cosiddetto ‘phishing’) gia’ nota all’estero e per la prima volta realizzata in Italia”. I testi delle mail potrebbero indurre a pensare che gli autori non siano italiani. Le indagini sono state infatti predisposte sia in ambito nazionale che oltre confine.

La frode si concretizza con l’invio casuale e massiccio di messaggi di posta elettronica simulando la provenienza da primari istituti di credito italiani, chiedendo l’immissione dei dati identificativi del titolare del conto corrente attraverso un link presente nelle e-mail che rimanda a un sito che riproduce esattamente le caratteristiche grafiche dell’ originale, sfruttando i dati per ordinare bonifici bancari in uscita dai conti correnti e posti all’incasso dai complici.

Il sistema, spiega la polizia tributaria, conta sulla possibilita’ statistica di incrociare, tra coloro che ricevono le comunicazioni, un certo numero di persone titolari di conti correnti on-line di banche da cui viene simulato l’invito. Banche che naturalmente sono all’oscuro di tutto e si limitano ad eseguire l’ordine ricevuto.

Questi i testi di alcune comunicazioni (compresi gli errori di testo) arrivate agli utenti: ”Siamo spiacenti di annunciare che negli ultimi giorni hackers hanno trasmesso fraudolenti e-mail chiedono le parole di accesso dei nostri clienti. D’ora in poi una nuova misura di sicurezza sara’ attivata. Tutti i clienti sono sospesi. Per riattivare il vostro cliente dovete seguire il collegamento e fornirci nuove informazioni di sicurezza per verifica soltanto”. Oppure: ”Caro cliente, Banca … vi rimborsa per la vostra fedelta con 100 Euro. Prima di usare questo importo, dovete seguire il collegamento e usare il vostro Codice cliente e Codice segreto. Un operatore si mettera in contacto con voi per confermare l’importo”.

1 commento

21 Mag 2005

Veri nani da giardino all’asta su Internet

Filed under Senza categoria


MILANO,sette ragazzi in carne e ossa si sono messi in vendita su Ebay: «Compraci per una giornata intera, saremo a tua disposizione»
si sono messi in vendita per «Casa e Bricolage», sottocategoria «Giardinaggio». Al momento la miglior offerta è di tal petros8774, disposto a pagare fino a 100 euro per poterli sfoggiare una giornata intera nel fazzoletto verde di casa sua. Loro sono i «Nani subito, sette simpatici nani da giardino» in carne e ossa che si possono comprare all’asta su Ebay. E non scherzano mica, ma neanche un pochino: cappello rosso a punta rigorosamente in tinta con i calzoni, casacca blu e sorriso beffardo, sono più che decisi a mettersi a disposizione di chiunque voglia aggiudicarseli dopo una lotta virtuale a colpi di rialzi. Erano partiti da una base d’asta di 7 euro, uno a testa. Ma c’è già chi è pronto a spendere molto di più.

i sette ragazzi che si sono messi all’asta su Ebay

Commenti disabilitati

29 Gen 2005

grandissimi blog

Filed under Internet


Ciao a tutti, Io sono grifondoro, è poco tempo che traffico con i blog
ma mi sono reso conto che c’è un sacco di gente che scrive molto bene
e un sacco di cose bellissime e interessanti.
COMPLIMENTI A TUTTI VOI BRAVI!!!!!!!!!

Commenti disabilitati

    Clock

    Get Adobe Flash player
  • grifondoro

    Nome: babylon

    E-mail:

  • visitors

  • Contatore

    1685302 visitatori

  • PIETRO DONATO

  • joe malfarà

  • CANALE VIDEO

  • notizie

  • cerca

  • saggi

    "Le belle parole dei saggi e dei poeti di tutto il mondo mi aiutano spesso a dire quello che non so esprimere

  • aprite gli occhi

    "Chiudendo i vostri occhi chiudete anche la vostra mente.
    Non vi chiedo di credere ma almeno di aprire gli occhi."

    "If you close your eyes you close your mind.
    I don't say you to bealive but i hope you will open your eyes"