Archivio Tag 'alle'

03 Mar 2006

Lei è ebrea, lui no: no alle nozze

Filed under Senza categoria


Il matrimonio tra la bella e il campione non s’ha da fare. Un accorato appello pubblico alla fotomodella e attrice israeliana Linor Abargil (26 anni), ex Miss Mondo, è stato lanciato da un esponente della estrema destra, Baruch Marzel, dopo aver appreso del prossimo matrimonio della donna con la star lituana del basket Sarunas Jasikevicius. Il promesso sposo in anni recenti è stato uno degli elementi di punta del Maccabi Tel Aviv, ma che non è ebreo.
«Cara Linor, per favore, pensa a tuo nonno, pensa a tua nonna. Pensa alla tradizione ebraica – implora Marzel, in una lettera consegnata anche alla stampa – pensa alla Legge Mosaica, pensa ai rischi che l’assimilazione provoca al nostro popolo». Marzel sottolinea inoltre che Linor non è più una persona privata, ma è uno dei simboli di Israele da quando, nel 1998, si è affermata come Miss Mondo.

Commenti disabilitati

25 Feb 2006

Arriva il" DIVORCE COACH" l’allenatore alle separazioni

Filed under Senza categoria


Dqpo il “personal trainer” in palestra il “life style manager” per imparare a rilassarsi ,il “wedding planner” per un matrimonio da cinema ,ci si poteva aspettare che dagli USA qualche altra professione fantasiosa .Ed ecco il
DIVORCE COACH.Letteralmente un “allenatore “per affrontare la separazione,le amarezze di un divorzio e soprattutto il trauma conseguente per i figli.
Negli USA questo lavoro è in pieno boom,visto che il 50% dei matrimoni finisce in tribunale.
ILcompito primario del DIVORCE COACH è di tutelare i figli dei separandi

3 commenti

06 Dic 2005

Come sopravvivere alle feste

Filed under Senza categoria


Se siete bambini, siate clementi. Gli adulti intorno a voi sono isterici perché vi vogliono bene. Se hanno un?apparentemente immotivata crisi di nervi, pensate che hanno passato tre pomeriggi a cercarvi il gioco per la Playstation che tutti i piccini d?Italia stanno desiderando contemporaneamente; e che per amor vostro l?hanno trovato, pagandolo 350 euro al Billionaire Shop for Kids. Siategli grati. Solo, ricordate che sono stanchi e distratti. Per cui, se mettono la salsa verde sul vostro bollito dimenticando che la odiate, non abbiate una crisi di nervi anche voi.
- Se siete genitori, pensate che i bambini sono utili. Opportunamente stimolati, diventano insopportabili; una volta resi insopportabili, diventano una buona scusa per andarsene dal pranzo di Natale o meglio ancora dal cenone (i più bravi evitano così il Mercante in fiera).
- Se siete una coppia in crisi, non preoccupatevi. Sarete a pezzi prima e dopo, non durante. Se riuscirete a fingervi minimamente felici e uniti, finirete per crederci, almeno nelle poche (poche?) ore dei pasti natalizi. Verrete assaliti da senso di benessere e buoni sentimenti (specie dopo aver bevuto) e starete inspiegabilmente benissimo. Tenete conto che se la famiglia allargata (o gruppo di amici) è abbastanza numerosa, ci saranno almeno altre due coppie nelle vostre condizioni. Ma pretenderete tutti di essere contenti fino a convincervene. Invece di giocare a Mercante in fiera, potreste mettere su una riffa su chi si separa a gennaio.
- Se siete una coppia senza figli, non intristitevi. Siete a rischio tristezza sia se non riuscite ad averne, sia se odiate i bambini. Nel primo caso, consolatevi: poche ore con nipotini urlanti rendono più lieve la condizione di nullipari (si è molto sollevati quando, dopo averci giocato, li si vede tornare a casa con i legittimi genitori). Nel secondo caso, idem, anzi.
- Se siete separati o divorziati con prole, dovreste aver trattato duramente con l?ex fin da novembre. Avete bisogno della suddetta prole come difesa e sostegno nell?evento festivo per voi peggiore, cenone o pranzo del 25 che sia. Per i regali: il coniuge tecnologicamente svantaggiato potrà accollarsi i doni più costosi, a patto che l?altro monti-faccia funzionare quelli complicati, anche se non regalati da lei/lui.
- Se siete singoli maschi e di buon aspetto-buon reddito ecc., rilassatevi. Saranno le uniche festicciole nel corso dell?anno in cui nessuno cercherà di presentarvi amiche disponibili. Ci sono delle eccezioni, se ne sta per parlare, ma è un?altra storia.
- Se siete singole, ascoltate questa favola di Natale. Una ex ragazza sui cinquanta, con figlio grande e zero fidanzati da anni, per solitudine e sollecitudine andò a passare il Natale con certe vecchie zie su al Nord.e fu premiata Lì trovò il figlio dell?amica del cuore delle zie, coetaneo e da poco sfidanzato. Sono felicemente sposati da alcuni anni. Le vecchie zie, che erano molto vecchie, non ci sono più e loro passano bellissimi Natali poco natalizi, lontani dall?Italia, facendosi gli affari loro.
- Se siete una vecchia zia, raccontate questa favola a tutti i nipoti scoppiati che vi faranno così compagnia durante le feste. Prendete contatti con le amiche dotate di figli sciagurati. Fatevi consigliare alcol acconcio nell?enoteca più vicina; e aspettate fiduciose. Se poi figli e nipoti non si piacciono, criticateli fino a Pasqua. E tanti auguri. E? finito lo spazio, di Capodanno ci si occuperà più in là.

Commenti disabilitati

31 Ott 2005

Brilla come un faro già alle prime ombre della sera

Filed under Senza categoria


Brilla come un faro già alle prime ombre della sera, basso sull?orizzonte, a Est. E? il pianeta Marte che tra la fine di ottobre e i primi di novembre 2005 si trova in opposizione (cioè lungo la congiungente Sole-Terra-Marte) e si avvicina alla Terra fino a 69 milioni di km. Sono tantissimi e tuttavia rappresentano un record di minima distanza, visto che il prossimo incontro altrettanto ravvicinato sarà fra 13 anni, nel 2018.
Il risultato dell?opposizione marziana, si verificherà esattamente il 7 novembre prossimo, ma la minima distanza Terra-Marte viene toccata il 30 e il 30 ottobre e il 31 ottobre. Per vederne i risultati è sufficiente un cielo appena sereno e osservare il pianeta a occhio nudo brillare più di qualunque altra stella fin dalle ore 20 a Oriente (dove sorge il Sole).

Commenti disabilitati

06 Ott 2005

No alle foto gay di Oliviero Toscani

Filed under Senza categoria


Oliviero Toscani torna a scandalizzare e a far discutere. Nel mirino la sua ultima campagna pubblicitaria, cartelloni di sei metri per tre che ritraggono due uomini che si baciano e si palpeggiano. Dopo le proteste da parte dei cittadini, è intervenuto il Comitato di controllo dell’Istituto dell’autodisciplina pubblicitaria (Iap) che ha bloccato l’affissione di nuovi manifesti. I cartelloni già esposti ai primi di settembre dunque possono restare, ma la Ra-re, la ditta di abbigliamento maschile che aveva commissionato a Toscani la pubblicità, non ne potrà esporre di nuovi.
Loro non possono fermare proprio niente, ma sa chi sono questi dell’Istituto di autodisciplina? Una corporazione di pubblicitari. Io non lo sono, quindi rispondo solo alla giustizia ordinaria» tuona irritato il fotografo dello scandalo che, raggiunto al telefono da Parigi, era all’oscuro di tutto. E rincara la dose: «Sa perché ce l’hanno con me? I clienti delle agenzie di pubblicità si lamentano: come mai Toscani fa una foto e ne parlano tutti e voi ci fate spendere miliardi? E poi le agenzie si vendicano con me».
Replica a distanza il segretario generale della Iap, Vincenzo Guggino: «Toscani della nostra ingiunzione può anche fregarsene, ma la società affissionista no, perché è una socia ed è contrattualmente vincolata a rispettare le nostre decisioni. Era già successo in passato con la campagna Benetton, bloccata attraverso i mezzi che la diffondevano». Chi non ricorda, si parla dei cartelloni del neonato con il cordone ombelicale ancora attaccato e il bacio tra un prete e una suora. Dalla Iap fanno sapere che «il 90% della pubblicità è assoggetata all?autodisciplina: dell’associazione fanno parte le imprese che investono in pubblicità, le organizzazioni professionali del settore e i mezzi di diffusione dalle società di affissione a giornali e tv.

Sotto attacco, Toscani da scandalizzatore si trasforma in scandalizzato: «Ci sarebbero tante campagne da censurare: guardate la campagna Diesel, con quel corpo nero, preso di schiena con gambe da donna. Guardate quella della Cinzano. Le lesbiche van bene e gli omossessuali no» chiosa polemico.
«Non si tratta né di censura né di discriminazione contro gli omosessuali – hanno spiegato allo Iap – ma di semplice tutela della sensibilità dei cittadini, soprattutto dei minori. Se si fosse trattato di eterosessuali sarebbe stato lo stesso». Il testo dell’ingiunzione è stato diffuso su Internet, sul sito dello Iap: «L’ostentazione volgare e provocatoria di situazioni legate all’intimità sessuale – si legge – porta la comunicazione a scadere in una inaccettabile lesione della sensibilità del pubblico».

Uno dei due soggetti della campagna di Toscani bloccati dall’istituto dell’autodisciplina

Riferimenti: toscani

18 commenti

22 Set 2005

Venerdì alle 12 scatta l’operazione «Mezzogiorno di fuoco»

Filed under Senza categoria


Venerdì alle 12 scatta l’operazione «Mezzogiorno di fuoco»
Attacchi simulati nella stazione di Cadorna e un finto terrorista sarà bloccato su un autobus a Linate.
Anche Palazzo Marino** sarà interessato dall’operazione «Mezzogiorno di fuoco», l’esercitazione antiterrorismo che avrà come scenari la stazione di Cadorna e l’aeroporto di Linate. A mezzogiorno di venerdì avverranno i due attacchi dinamitardi (con candelotti fumogeni) sul Malpensa Express e sul metrò della linea 2 a Cadorna. Interverranno immediatamente i reparti di tutte le forze dell’ordine, di soccorso e di protezione civile impegnati nell’operazione. Contemporaneamente, all’aeroporto di Linate, un finto terrorista dirotterà un autobus pieno di passeggeri, ma finirà ammanettato dai reparti speciali del Gis (gruppo intervento speciale) dei carabinieri.

**sede del comune diMilano

Commenti disabilitati

    Clock

    Get Adobe Flash player
  • grifondoro

    Nome: babylon

    E-mail:

  • visitors

  • Contatore

    1649381 visitatori

  • PIETRO DONATO

  • joe malfarà

  • CANALE VIDEO

  • notizie

  • cerca

  • saggi

    "Le belle parole dei saggi e dei poeti di tutto il mondo mi aiutano spesso a dire quello che non so esprimere

  • aprite gli occhi

    "Chiudendo i vostri occhi chiudete anche la vostra mente.
    Non vi chiedo di credere ma almeno di aprire gli occhi."

    "If you close your eyes you close your mind.
    I don't say you to bealive but i hope you will open your eyes"