Archive for Agosto 2005

31 Ago 2005

Voci da Baghdad

Filed under Senza categoria


“Siamo stanchi di veder morire la nostra gente”. ?E? orribile veder morire così la nostra gente. Come vi sentireste voi italiani se ogni giorno, nel vostro Paese, uccidessero decine, centinaia di italiani? Siamo stanchi di tutto questo. Siamo stanchi della violenza, della guerra?, dice al telefono Ali, impiegato del Baghdad Hotel, in Sadoon Street, dalla hall dell?albergo mentre segue le notizie alla televisione, perché il luogo del disastro è lontano dal centro.
?Noi iracheni vogliamo solo una cosa: tornare ad avere una vita normale. Alla gente normale non interessa assolutamente niente se uno è musulmano, cristiano, ebreo, sunnita o sciita. Noi vogliamo vivere in pace con tutti. Vogliamo solo vivere in pace

“Sono saltata giù dal ponte…”. ?Eravamo sul ponte. Era così affollato… Ero circondata da migliaia di persone?, racconta Fadhel Ali, 28 anni, scalza e inzuppata d?acqua dopo essersi salvata dalle acque del Tigri. ?Abbiamo sentito che un kamikaze era tra la folla, e tutti hanno iniziato a gridare, così sono saltata giù dal ponte nelle acque del fiume, e ho raggiunto la riva. Ho visto donne, bambini e anziani cadere nel fiume dopo di me?.

“Hanno avvelenato i pellegrini”. ?Prima dell?incidente sul ponte, erano già morte più di cento persone. Avvelenate?, dice Mustafah Hakmed, insegnante di italiano a Baghdad. ?Pare infatti che lungo il percorso dei pellegrini fossero state allestite delle stazioni di ristoro con cibo e acqua che sono stati avvelenati dai terroristi. Inoltre, sempre prima dell?incidente erano stati sparati contro la moschea 4 colpi di mortaio e alcuni razzi katiusha che avevano causato 15 morti. Al Zarqawi in precedenza aveva minacciato attentati lungo la via per la moschea di Khadimiya.?
?Adesso ? continua Hakmed – la città è interamente sotto presidio militare, specialmente nei quartieri popolari. La tv sta trasmettendo ancora le scene dal luogo dell?incidente e mostra che la gente sta continuando ad affluire nella zona. Lo fanno sia per continuare le celebrazioni che per portare soccorsi. Il rischio di una vendetta da parte degli sciiti contro i fedeli sunniti non mi pare verosimile: gli sciiti in queste occasioni si comportano pacificamente. I sunniti godono del loro rispetto e non vengono confusi con i wahabiti e i seguaci di Bin Laden. Inoltre i sunniti hanno aiutato la gente a uscire dall?acqua, hanno portato soccorso e trasportato la gente fino all?ospedale di Adamiyah.?

?Temo la guerra civile?. ?Sono sconvolto. Oggi c?erano tre milioni di persone per le strade intorno alla moschea. E già da ieri girava la voce di non bere e di non mangiare dai baracchini lungo le strade perché si diceva che il cibo e l’acqua sarebbero stati avvelenati?, dice Hawar Mustafa, curdo iracheno che ha appena sentito al telefono suo fratello a Baghdad. ?Ho davvero paura che in città scoppi la guerra civile?.

Commenti disabilitati

31 Ago 2005

Prova una gamba artificiale da 14 mila euro e scappa via di corsa dal negozio

Filed under Senza categoria


Tanta era la voglia di avere una gamba quasi “normale”, che una volta indossata la protesi è scappato via dal negozio senza lasciare traccia.
Un cliente della Spectrum Prosthetics, società di Des Moines (capitale dello stato del Lowa, negli Usa) specializzata nella vendita di protesi, si è fatto consegnare un arto. La sua intenzione era quella di provarlo con una piccola passeggiata.
Evidentemente la gamba artificiale si adattava troppo bene al corpo del cliente che, secondo quanto riferisce l’Ap, è scappato a passo spedito. Una beffa colossale per il negozio che ha subito un danno di circa 14 mila euro.

Commenti disabilitati

28 Ago 2005

sogna. amica mia

Filed under Senza categoria


Perché morire, amica mia?
Non affogare nella tristezza più scura
illumina il buio della mente,
spazza le sue ombre.
Sogna!

Non sprofondare in amara solitudine
se chi ti circonda,
nel proprio guscio chiuso sta.
Sogna di trovarti insieme agli angeli,
sogna di comunicare con tutti quanti.
Sogna!

Non ammalarti di noia
se non incontri anime gemelle.
Sogna di creare un mondo nuovo,
sogna di dialogare con le stelle.
Sogna!

Non impazzire di tanta angoscia
se questo o quello ti colma di paura.
Sogna di essere invulnerabile,
sogna la vita eterna.
Sogna!

Non percepisci che odio e cattiveria
dintorno alla dimora tua?
Sogna di essere l’amore,
sogna di annullare il male
con la dolcezza e la pietà.
Sogna!

E se qualcos’altro ti limita o t’imprigiona
sogna di mettere ali
e di volare dove tu vuoi.
Ai sogni niente ne nessuno, mai,
imporre confini potrà.
Allora, sogna!

V.D.

Commenti disabilitati

28 Ago 2005

Sotto accusa il software che spia gli amanti

Filed under Senza categoria


Lo hanno acquistato circa mille persone. Più di 2000 le vittime
Sotto accusa il software che spia gli amanti Il programma «Loverspy» serve per controllare i movimenti su Internet all’insaputa della vittima. In vendita per 89 dollari
Non è un nuovo film di fantascienza che mescola privacy e infeldeltà con Internet e Grande Fratello, ma una storia reale scoperta dalla polizia statunitense: gli investigatori hanno messo nel mirino un programma elettronico che permette di spiare le e-mail e il comportamento online di qualsiasi persona. Per lo più è stato acquistato da mariti gelosi e ex fidanzati traditi, grazie all’attraente nome di «Loverspy» ed è stato commercializzato come un normale software.

1 commento

28 Ago 2005

Cuore, operata senza aprire torace

Filed under Senza categoria


Per la prima volta al mondo un intervento chirurgico a cuore aperto e’ stato eseguito senza aprire il torace e senza anestesia generale.L’intervento e’ stato eseguito a Brescia su una donna portatrice di un difetto congenito. Dopo averle praticato l’epidurale, i chirurghi hanno praticato un foro nel torace attraverso il quale hanno fatto passare una telecamera e strumenti endoscopici. Raggiunto il cuore, la malformazione e’ stata corretta. La paziente e’ rimasta sveglia respirando da sola.

Commenti disabilitati

27 Ago 2005

Traffico: 150 km di coda sull’A3

Filed under Senza categoria


Una coda di 150 chilometri si e’ formata sull’autostrada A3 Salerno – Reggio Calabria. Si viaggia incolonnati da Lauria nord fino a Salerno Fratte in direzione nord. Per consentire lo smaltimento del traffico in un tratto di 30 chilometri, da Atena Lucana a Sicignano, si viaggia solo in direzione nord. Per gli automobilisti diretti a sud si esce obbligatoriamente ad Atena Lucana e si deve percorrere la statale 19 delle Calabrie.

1 commento

27 Ago 2005

Perde la dentiera, i medici la ritrovano nei suoi bronchi dopo 3 anni

Filed under Senza categoria


Aveva perso la dentiera ma dopo tre anni l’ha finalmente ritrovata. In qualche cassetto dimenticato? No, all’interno dei suoi bronchi.
L’incredibile vicenda ha visto come protagonista un uomo di Taiwan di 45 anni. In seguito a una caduta, aveva inalato la protesi.
E soltanto per caso i medici hanno localizzato l’apparecchio mentre eseguivano una radiografia per diagnosticare una lieve polmonite. Naturalmente per rimuovere la dentiera è stato necessario un intervento chirurgico.

3 commenti

27 Ago 2005

Al 118 i medici ubriachi

Filed under Senza categoria


Ercolano, scoperti dagli infermieri e denunciati ai carabinieri.
Due bottiglie di vino e quattro di vodka. Vuote. E nella stanza, tre persone ubriache.
Il fatto è che si trattava di tre medici. Che stavano prestando servizio notturno, nella sede del 118 di Ercolano. Sono stati i carabinieri – allertati dagli infermieri, non si sa se più preoccupati o più scandalizzati – a far scattare le denunce, dopo aver accompagnato i tre all?ospedale di Torre del Greco dove si è provveduto a rimetterli in piedi dopo la sbornia. Le analisi non lasciano dubbi: il tasso alcolemico era altissimo. «Abbiamo bevuto fuori servizio», si sono giustificati i tre professionisti (originari di Torre Annunziata, Castellammare e Napoli). Intanto, l?Asl 5 li ha sospesi.

Commenti disabilitati

26 Ago 2005

l’estate dell’orroe non ha fine. Uccide e getta nei rifiuti il figlio

Filed under Senza categoria

Uccide e getta nei rifiuti il figlio appena nato L’omicidio è stato commesso da una cinese. La donna sostiene di aver fatto tutto da sola, ma gli inquirenti non le credono FORLI’ – Prima ha ucciso il figlio appena nato, poi l’ha gettato nel cassonetto dei rifiuti fuori casa sua. Protagonista di questa tragica vicenda è una cinese di diciotto anni, residente a Savignano sul Rubicone che è accusata di omicidio volontario e di occultamento di cadavere.
PARTO La giovane extracomunitaria, che adesso si trova nel carcere di Forlì, aveva partorito pochi giorni fa: era stata ricoverato nell’ospedale di Cesena, visto che aveva lamentato una forte emoraggia post parto. Una volta dimessa, è stata interrogata e dopo aver confessato il delitto, è stato arrestata. La giovane ha sostenuto di aver fatto tutto da sola, ma il pubblico ministero Filippo Santangelo ha interrogato altri sette cinesi, vicini alla donna, per capire se la diciottenne sia stata aiutata. La donna sostiene che il piccolo fosse nato nato morto, ma l’autopsia ha invece dimostrato che il neonato era nato il 20 agosto scorso, vivo, robusto e sarebbe morto per cause naturali.
RICOSTRUZIONE Secondo la ricostruzione la donna avrebbe partorito il figlio in una stanza di un appartamento di Fatteo, messo a disposizione dall’albergo dove lavora. In seguito avrebbe messo il piccolo in un sacchetto di plastica, sarebbe tornata a casa e avrebbe gettato il bambino nel cassetto dei rifiuti. Gli inquirenti non credono del tutto a questa ricostruzione perchè le condizioni della donna erano deficitarie e pensano che qualcuno l’abbia aiutata. Ma fino ad esso nessuno nella comunità cinese ha parlato.

Commenti disabilitati

26 Ago 2005

Fermate quell’aereo

Filed under Senza categoria


Serve un motore?

Lo si trova al mercato nero dei pezzi di ricambio. Si fanno affari d’oro. Sulla pelle di chi vola
È come cliccare il pomodoro**. Solo che qui non stiamo facendo la spesa su Internet per preparare un’insalata. Stiamo comprando un motore per l’Atr 72, lo stesso tipo di aereo caduto il 6 agosto al largo di Palermo. Il brevetto da pilota? Il certificato da motorista? Il nome della compagnia aerea? Non servono: non occorre essere affidabili per entrare nel mercato dell’aviazione. Basta mandare un’e-mail a un sito on line e dopo qualche ora ecco la risposta: “Buon pomeriggio, signore. Avremmo il piacere di lavorare con voi per i ricambi degli Atr42 e Atr72. Ne abbiamo di ogni tipo per questi aerei. Tutti gli articoli provengono da una compagnia straniera”. Proviamo a chiedere anche un prop-brake, il freno dell’elica fondamentale in atterraggio: “Ne abbiamo uno che ci è appena arrivato grazie a uno scambio, numero di pezzo FE201-6-002. Avrà una documentazione fresca della Barfield (una società internazionale di manutenzione con sede a Miami, ndr) che lo riconduce a una compagnia europea. Il prezzo è 4.700 dollari più il costo della revisione”. A questo punto basterebbe pagare per ricevere il pezzo e farlo montare su un Atr con la complicità di qualche meccanico compiacente.
Riferimenti: Fermate quell’aereo

Commenti disabilitati

Articoli precedenti »

    Clock

    Get Adobe Flash player
  • grifondoro

    Nome: babylon

    E-mail:

  • visitors

  • Contatore

    1616306 visitatori

  • PIETRO DONATO

  • joe malfarà

  • CANALE VIDEO

  • notizie

  • cerca

  • saggi

    "Le belle parole dei saggi e dei poeti di tutto il mondo mi aiutano spesso a dire quello che non so esprimere

  • aprite gli occhi

    "Chiudendo i vostri occhi chiudete anche la vostra mente.
    Non vi chiedo di credere ma almeno di aprire gli occhi."

    "If you close your eyes you close your mind.
    I don't say you to bealive but i hope you will open your eyes"