13 Feb 2018

reggeni

Filed under Argomenti vari

di Adnkronos

Roma, 13 feb. (AdnKronos) – ”Sono trascorsi sei mesi dalla decisione del nostro Governo di rinviare l’ambasciatore al Cairo. Noi, e con noi tutti quelli che in ogni angolo del mondo hanno a cuore la verità sul sequestro, le torture e la morte di nostro figlio Giulio, temevamo che questo gesto sarebbe stato interpretato come una resa incondizionata a quel potere che ha annientato Giulio e che occulta impunemente la verità da ormai due anni”. E’ quanto scrive in una nota la famiglia Regeni e il loro legale Alessandra Ballerini. ”Ed in effetti – si legge nella nota – l’ambasciatore Cantini non aveva ancora fatto in tempo ad insediarsi che le autorità egiziane, forti di questa ‘normalizzazione dei rapporti’ provvedevano a: oscurare il sito della Ecrf, l’Ong alla quale appartengono i nostri consulenti egiziani, arrestare in aeroporto l’avvocato Ibrahim Metwaly che stava recandosi a Ginevra invitato dall’Onu a riferire sulle sparizioni forzate e sul caso di Giulio (il legale è ancora in carcere, sottoposto a trattamenti inumani e degradanti), disporre una perquisizione ed un tentativo di chiusura della Ecrf”. ”La decisione dell’invio dell’ambasciatore al Cairo del 14 agosto scorso seguiva di pochi minuti il comunicato congiunto delle procure italiana ed egiziana nel quale si riferiva che: ‘come preannunciato sempre nel maggio scorso, è stata poi effettivamente affidata ad una società l’attività di recupero dei video della metropolitana e le attività stesse sono in corso. La Procura egiziana ha ribadito l’impegno a condividere i risultati raggiunti non appena la società incaricata depositerà l’esito del proprio lavoro’ e si dava atto di aver ‘concordato un nuovo incontro tra i due uffici da organizzarsi a breve per fare assieme il punto della situazione”’, prosegue. ”In realtà i video della metropolitana non sono mai stati consegnati e, ad oggi, non si sa neppure se qualche e quale ditta sia stata incaricata del loro recupero – sottolinea la famiglia Regeni insieme al proprio legale – L’incontro tra le due procure poi, diversamente da quanto annunciato, non si è tenuto a breve, ma solo a fine dicembre su insistenza dei nostri procuratori che hanno consegnato ai colleghi egiziani ‘una articolata e attenta ricostruzione dei fatti, effettuata dalla Polizia Giudiziaria italiana’. La Procura generale egiziana si era impegnata, come si legge nel comunicato del 21 dicembre scorso a ‘proseguire le indagini, sulla base anche delle ipotesi investigative formulate dai magistrati italiani”’. ”Da allora non è stata registrata in realtà nessuna ‘reazione’ da parte della magistratura egiziana sulla informativa italiana che ricostruisce le precise responsabilità di nove funzionari di pubblica sicurezza egiziani perfettamente individuati – aggiunge – Sono passati, da quel 14 agosto, altri sei mesi. Le atrocità commesse dal governo egiziano, a dispetto della volontà di alcuni, non sono state dimenticate, non solo dal ‘popolo giallo’ ogni giorno più numeroso, ma dalle centinaia di altre famiglie che hanno subito e subiscono continuamente le sparizioni forzate dei loro cari”. ”Se, come ci era stato garantito dal nostro Governo, l’invio dell’ambasciatore, doveva consentire il raggiungimento della verità processuale su ‘tutto il male del mondo’ inferto su nostro figlio – si legge ancora nella nota – il fine evidentemente non è stato raggiunto e la missione in questo senso è fallita. Non è possibile normalizzare i rapporti con uno stato che tortura, uccide e nasconde oltraggiosamente la verità, se non a scapito della credibilità politica del nostro Paese e di chi lo rappresenta. Crediamo sia necessario un immediato cambio di rotta”. ”Occorre alzare la voce e pretendere, senza ulteriori indugi, un incontro tra le due procure finalizzato all’immediata consegna dei video della metropolitana e alla concertazione di una strategia investigativa comune sulle nove persone già identificate come responsabili dai nostri investigatori e magistrati. Solo così la presenza dell’ambasciatore Cantini al Cairo non avrà il sapore di una resa ma acquisterà la dignità di una pretesa e, possibilmente, di una conquista di giustizia”, conclude

No responses yet

08 Feb 2018

La società dei treni Italo sarà venduta a un fondo americano

Filed under Argomenti vari

Gli azionisti di NTV hanno accettato l’offerta di circa 2 miliardi di euro del fondo Global Infrastructures Partners

Gli azionisti di Nuovo Trasporto Viaggiatori (NTV), la società dei treni ad alta velocità Italo, hanno accettato l’offerta di acquisto arrivata pochi giorni fa da parte del fondo di investimenti americano Global Infrastructures Partners (GIP). La decisione è stata presa mercoledì a tarda sera, dopo cinque ore di consiglio di amministrazione. L’offerta di GIP, intanto, era stata ritoccata verso l’alto arrivando a circa 2 miliardi di euro, a cui vanno aggiunti i circa 400 milioni di euro di debiti della società di cui i nuovi acquirenti si faranno carico. La chiusura dell’operazione di vendita dipenderà anche dall’approvazione da parte dell’antitrust.

La decisione di vendere interromperà di fatto il processo di quotazione in borsa della società, di cui si parlava da diversi mesi e su cui ieri si erano espressi positivamente anche Pier Carlo Padoan e Carlo Calenda, ministri dell’Economia e dello Sviluppo economico. Il Sole 24 Ore scrive che fino all’ultimo il consiglio di amministrazione di NTV era indeciso sulla decisione finale, ma che l’aumento dell’offerta da parte di GIP ha convinto gli azionisti della società. NTV – che esiste dal 2006 ed è l’unica società privata di treni ad alta velocità in Europa – è controllata tra gli altri dal gruppo Generali e da Intesa San Paolo, ma hanno quote di minoranza anche l’amministratore delegato Flavio Cattaneo e il presidente e fondatore della società Luca Cordero di Montezemolo. Dopo un periodo di crisi, negli ultimi anni è tornata ad avere bilanci in attivo.

GIP, scrive invece il Sole 24 Ore, è un «fondo americano tutto dedicato alle infrastrutture, con tre direttrici principali: trasporti, energia e gestione di acque e rifiuti». Esiste dal 2006, ha sede a New York e ha investimenti consistenti in molti paesi europei. Sempre il Sole 24 Ore dice che ha entrate annuali superiori a 5 miliardi di dollari e controlla società che in tutto hanno 21.000 dipendenti.

No responses yet

06 Feb 2018

La Verità sui Codici Americani nella Tessera Sanitaria Italiana

Filed under Argomenti vari

https://youtu.be/DPVDvvRytq0

6 commenti

05 Feb 2018

mauro biglino

Filed under Argomenti vari

www.maurobiglino.it

 

Mauro Biglino è studioso ed esperto di storia delle religioni. E’ stato traduttore di ebraico antico per conto delle Edizioni San Paolo, collaborazione che si è conclusa una volta iniziata la carriera di scrittore in cui porta alla luce le sorprendenti scoperte fatte in 30 anni di analisi dei cosiddetti testi sacri che da sempre sono state omesse.

Da oltre 10 anni si occupa inoltre di Massoneria in quanto riconosciuta come organizzazione iniziatica e simbolica che ha avuto notevole influenza nella storia dell’occidente.

Dopo anni di traduzioni professionali ha iniziato a narrare in modo autonomo quanto trovato nei testi ebraici da cui derivano le bibbie che sono in uso per i fedeli.

Il metodo adottato consiste nel considerare valido ciò che trova letteralmente scritto senza procedere con interpretazioni o con l’utilizzo di categorie esegetiche particolari. Ne emerge un quadro coerente e chiaro che narra una storia concreta del rapporto tra un popolo e un individuo di nome Yahweh che aveva ricevuto l’incarico di occuparsene.

 

 

I libri di Mauro Biglino in Italia

 

Il Libro che Cambierà per Sempre le Nostre Idee sulla Bibbia

Gli Dei che giunsero dallo spazio?

IL LIBRO CHE CAMBIERàIl libro affronta una serie di passi dell’Antico Testamento offrendone il vero significato così come si presenta nelle traduzioni letterali: la creazione aliena dell’uomo; la verità sui dieci comandamenti; le visioni degli UFO da parte dei profeti così come loro stessi le hanno raccontate; il brano in cui l’Antico Testamento afferma in modo sconcertante che Dio muore come tutti gli uomini; le figure degli angeli spogliate di tutto ciò che su di loro è stato inventato nei secoli; la probabile fonte di ispirazione del Vangelo di Giovanni…

 

 

 

 

Scoprilo qui.


Il Dio Alieno della Bibbia 

Dalle traduzioni letterali degli antichi codici ebraici

ILDIO ALIENOQuesta pubblicazione rappresenta la prosecuzione naturale del precedente lavoro di Mauro Biglino dal titolo: Il libro che cambierà per sempre le nostre idee sulla Bibbia – Gli dèi che giunsero dallo spazio?

Sono stati scritti molti testi che affrontano il tema della possibilità di contatti con civiltà extraterrestri; libri che hanno formulato l’ipotesi che tali civiltà siano all’origine della nostra nascita e della nostra evoluzione sia fisica che culturale.

Questa ricchissima produzione libraria affronta l’argomento citando e analizzando alcuni passi dell’Antico Testamento sulla base delle traduzioni conosciute, di quelle versioni della Bibbia che tutti possediamo. Ma c’è la possibilità di saperne di più, di andare più a fondo, di trasformare le ipotesi in certezze confermate, di avere riscontri precisi?

Scoprilo qui.


Non c’è Creazione nella Bibbia

La Genesi ci racconta un’altra storia

NONC'è CREAZIONEIl nuovo libro si occupa in modo specifico dei riferimenti tecnologici presenti nei testi biblici ed ha quindi uno scopo dichiarato: contribuire a diffondere l’informazione su ciò che in realtà non si deve sapere sulle origini dell’umanità; sulle radici della conoscenza e su ciò che con ogni probabilità è veramente successo sul nostro pianeta migliaia di anni fa.

Non a caso il titolo rappresenta la sintesi di quanto documentato negli ultimi due capitoli, nei quali si comprenderà come anche quello che viene considerato e presentato come l’atto divino per eccellenza, la cosiddetta “creazione dal nulla”, altro non è che uno dei tanti interventi tecnici e assolutamente materiali compiuti da quegli individui, chiamati Elohim.

Scoprilo qui.


La Bibbia non è un Libro Sacro 

Il Grande Inganno

La bibbia non è un libro sacroLa divinità spiritualmente intesa non è presente nell’Antico Testamento. In particolare nella Bibbia non c’è Dio e non c’è culto rivolto a Dio. Ecco perché il titolo afferma che la Bibbia non è un Libro Sacro.

Chi è intervenuto nei secoli modificando la Bibbia?
Siamo vittime di un grande inganno?
Le discordanze sul profeta Daniele e gli 11 libri ufficialmente scomparsi
La Bibbia deve essere presa solo per ciò che è, ossia uno dei tanti libri scritti dall’umanità
Elohim, Yahweh e le incongruenze della tesi dogmatica
Chi erano questi Elohim che sono stati fatti diventare Dio?
I Dieci Comandamenti: le incongruenze fra Yahweh e Mosè
Altre ipotetiche entità spirituali: angeli, giganti, Satana e macchine volanti
Quando Abramo scopre che Dio si stanca, si sporca, ha fame…
Dalla non-creazione alla Croce: Adamo ed Eva non hanno dato origine all’umanità-

Scoprilo qui.


 Antico e Nuovo Testamento – Libri Senza Dio

Come le religioni sono state costruite a tavolino per mantenere il potere

Antico e nuovo testamentoPer l’Antico Testamento, i detentori della conoscenza hanno raccontato ciò che veramente contiene? Per quanto concerne invece il Nuovo Testamento, come si comprenderà dal contenuto del lavoro, la domanda è necessariamente diversa: gli autori hanno scritto il vero?

La risposta per Biglino è scontata in entrambi i casi: assolutamente no.Per l’Antico Testamento non si sono limitati a non raccontare, ma sono andati ben oltre e hanno deliberatamente e spudoratamente inventato ciò che non c’è. Per il Nuovo Testamento gli autori dell’inganno sono stati innanzitutto gli estensori, coloro che hanno inventato la figura cristica che è ben diversa dalla figura storica del predicatore giudeo messianista. Un percorso che parte dal primo versetto della Genesi per arrivare a riflettere, sia pure per il momento molto sinteticamente, sull’inganno finale: da Adamo a Gesù dunque, che viene affrontato in questa nuova edizione.

Scoprilo qui.


 La Caduta Degli Dei

Bibbia e testi induisti: la storia va riscritta

La storia dell’umanità è completamente diversa da quello che ci hanno insegnato, questo libro offre la chiave per riscriverla.

Diversi siti archeologici, sparsi per il mondo, ancora oggi nascondono una conoscenza segreta custodita gelosamente all’interno della propria tradizione culturale.

Dai testi induisti alla Bibbia, gli antichi ci hanno tramandato una storia dell’umanità ben diversa da quella che la storiografia ufficiale insegna: emergono così racconti su civiltà extraterrestri, ibridazione, mezzi volanti e armi “divine”, tecnologie e conoscenze avveniristiche, impensabili per un’epoca lontana.

Attraverso uno studio approfondito e dettagliato, lontano dai dogmi e dalla teologia, gli autori rivelano incredibili realtà che possono portare a riscrivere totalmente la storia.

Scoprilo qui.


Chiesa Romana Cattolica e Massoneria

Realmente così Diverse? Una ricerca per liberi pensatori.

Chiesa romanaIl libro è indirizzato a tutti coloro che desiderano approfondire per comprendere e scoprire che spesso la realtà è profondamente diversa da ciò che comunemente si crede.

La Chiesa cattolica è tradizionalmente ostile alla Massoneria, ma alcuni documenti pubblicati sul sito del Vaticano, le Esortazioni apostoliche dell’attuale Pontefice, la Dottrina sociale della Chiesa, il libro-intervista di Giovanni Paolo II Varcare la soglia della speranza, dichiarazioni pubbliche e scritti di alti prelati (card. Bagnasco, Martini…) fanno comprendere che le sue affermazioni e le sue indicazioni programmatiche trovano una sorprendente corrispondenza nelle dottrine massoniche ufficialmente condannate.

 

Scoprilo qui.


Resurrezione Reincarnazione 

Favole consolatorie o realtà? Una ricerca per liberi pensatori.

ResurezzioneScritto per donne e uomini che non hanno il bisogno disperato di credere ma che sono spinti dal desiderio profondo di conoscere; che pensano che il dubbio sia garanzia di libertà di pensiero e che l’oro promesso dalla pietra filosofale non sia il risultato finale della ricerca ma la ricchezza insita nella ricerca stessa.

Gli Ebrei dell’Antico Testamento credevano nella resurrezione?
Quando è nata l’idea della resurrezione della carne?
Lazzaro è veramente risorto?
I Vangeli scritti in greco corrispondono ai vangeli scritti in ebraico?
Buddha predicava la dottrina della reincarnazione o l’attribuiva “a chi non conosce la verità”?
Che cosa dice il Dalai Lama della sua personale rinascita?

 

Scoprilo qui.


L’Invenzione di Dio – DVD

Conferenza + Intervista Esclusiva + libretto di 32 pagine [inediti]

invenzione_dioSi può scrivere un libro su Dio utilizzando una lingua che non contiene neppure il termine Dio? Si può parlare di eternità utilizzando una lingua che non contiene neppure il termine eternità? Si può parlare di creazione dal nulla usando una lingua che non possiede neppure un verbo con quel significato?

La lingua ebraica non prevede quei termini; la lingua ebraica biblica non li conosce… Siamo quindi sicuri che l’Antico Testamento sia un libro che parla di Dio?

E se invece gli antichi autori ci avessero voluto raccontare una storia che non ha nulla a che fare con il Dio della religione? È possibile leggere le bibbie che possediamo utilizzando un metodo rispettoso del testo, chiaro, semplice, efficace e soprattutto utile a farci comprendere che cosa è in realtà quel testo? Si è possibile, lo si può e lo si deve fare al fine di capire cosa è stato inventato nei secoli.

Scoprilo qui.


La Bibbia non Parla di Dio

Uno studio rivoluzionario sull’Antico TestamentoUn confronto sorprendente tra l’Antico Testamento e i testi omerici. Il nuovo libro dello studioso che con la sua lettura della Bibbia sta conquistando lettori e mass media.

“La Bibbia non parla di Dio. Quando parla di Jahwè, intende un individuo che fa parte di un gruppo di individui chiamati Elohim. Questi individui hanno avuto un rapporto con l’umanità, ma un rapporto speciale, nel senso che se la sono un po’ fabbricata. Jahwè era uno di questi, tra l’altro anche uno dei meno importanti.”

In questo nuovo libro riprende la sua tesi principale e la rafforza con un lavoro originale e sorprendente, già molto atteso tra i suoi seguaci: la presentazione parallela e speculare di decine di passi biblici ed omerici, e di documenti scientifici prodotti appositamente da biologi e genetisti a sostegno di questa ipotesi sconvolgente.

Scoprilo qui.

 


Il Falso Testamento

Creazione, miracoli, patto d’alleanza: l’altra verità dietro la Bibbia

6980841_1841769Che cosa ci rivelano gli studi di genetica sul racconto della creazione? Come si possono facilmente spiegare alcuni episodi di miracoli e guarigioni narrati nella Bibbia? Quali scenari si aprono se si scopre, da una traduzione attenta e letterale, che la “gloria” di Dio era probabilmente una vera e propria arma fisica? Perché ci sono somiglianze così sorprendenti tra i comportamenti di Yahweh e quelli degli dei dell’era classica descritti nell’”Iliade” e nell’”Odissea”? Che cosa emerge da uno studio attento del presunto patto di alleanza tra Dio e gli uomini? E quale luce getta tutto questo sui Vangeli?

Questo libro è il nuovo capitolo dell’opera di rilettura che Mauro Biglino sta compiendo da anni sulle Sacre Scritture. Un cammino iniziato con le traduzioni della Bibbia compiute dallo stesso Biglino per le Edizioni San Paolo e che sta suscitando l’interesse di un numero sempre crescente di persone in Italia e all’estero. “Queste pagine proseguono il racconto di ciò che ancora non era stato evidenziato o, peggio, di ciò che è stato da sempre volutamente dimenticato o variamente interpretato dagli esegeti-teologi allo scopo di celarne i potenziali effetti dirompenti. Sono il frutto di un approccio multidisciplinare che spazia dalla genetica alla filologia classica, avvalendosi dell’apporto di diversi studiosi, e utilizzano una chiave di lettura che rivela una nuova visione di quella che potrebbe essere stata la nostra storia.

Scoprilo qui.


La Bibbia non l’ha mai Detto

Perché la legge di Dio non deve diventare la legge degli uomini

Un nuovo dirompente manifesto della laicità e della libertà di pensiero.

«La traduzione letterale dei testi sacri rivela che in essi non è scritto quello che la Chiesa cattolica sostiene su aborto, fecondazione assistita, fine-vita.»

In questo libro, Mauro Biglino e Lorena Forni, professoressa di filosofia del diritto dell’Università Bicocca, elencano e analizzano le tante leggi che contengono il “peccato originale” della confessionalità. E col metodo rigoroso e allo stesso tempo vertiginoso che ha reso celebre Mauro Biglino, minano e decostruiscono alle radici i presunti riferimenti ai testi sacri su cui si fonda questo punto di vista.

Il più noto e controverso studioso della Bibbia e un’autorevole professoressa di Filosofia del diritto per un libro che demolisce alla base le pretese di influenza dell’etica cattolica sulle leggi dello Stato.

1 commento

25 Gen 2018

il deragliamento

Filed under Argomenti vari

tanta confusione ,l’unica cosa certa tre persone morte

Commenti disabilitati

16 Gen 2018

bitcoin, il tramonto

Filed under Argomenti vari

21 commenti

16 Gen 2018

Papa Francesco

Filed under Argomenti vari

“Si, ho davvero paura. Siamo al limite. Basta un incidente per innescare la guerra. Di questo passo la situazione rischia di precipitare. Quindi bisogna distruggere le armi, adoperarci per il disarmo nucleare”. Papa Francesco è in volo verso Santiago del Cile, da dove comincerà stasera il suo viaggio apostolico che toccherà Cile e Perù; per prima cosa ha donato ai giornalisti al seguito una foto scattata a Nagasaki dopo l’esplosione atomica del ’45. Un gesto per rilanciare il suo allarme sul nucleare.

 

5 commenti

16 Gen 2018

la razza

Filed under Argomenti vari

Fontana e la gaffe sulla ‘razza bianca a rischio’: “La Costituzione è la prima che parla di razze”

 

Commenti disabilitati

24 Ott 2017

il calcio!

Filed under Argomenti vari

Choc all’Olimpico: Anna Frank con la maglia della Roma, il “dono” dei tifosi laziali alla Curva Sud -

 

3 commenti

28 Feb 2017

Hitler i disabili li eliminava gratis’

Filed under Argomenti vari

‘DJ Fabo morto? Hitler i disabili li eliminava gratis’, è bufera su Adinolfi Fanno discutere le dichiarazioni su Facebook di Mario Adinolfi dopo la morte in Svizzera di DJ Fabo

Eutanasia, Francesca Chaouqui contro Dj Fabo: “È un vigliacco, non un eroe”

 

Commenti disabilitati

Articoli precedenti »